LE COSE CHE SCRIVO IN QUESTO BLOG SONO FRUTTO DELLA MIA FANTASIA (BACATA).
QUALSIASI RIFERIMENTO A PERSONE O FATTI REALMENTE ESISTENTI E' CAUSALE.

giovedì 14 dicembre 2017

La lontananza sai è come l'herpes


Quando due persone sono lontane, per quanto amici amanti o altro siano, la lontananza incide.

C'è poco da dire che la lontananza sia come il vento, per me è più come l'herpes.

Anzi, in realtà non è la lontananza ad essere come l'herpes, ma lo è quello che rimane dei rapporti che prima erano in vicinanza.
Il titolo non avrebbe reso molto, anche se sarebbe stato più corretto, appunto, scrivere: "I sentimenti prima in vicinanza e attualmente in lontananza sono come l'herpes".
Poco commerciale, di pessimo appeal.
Meglio quello che ho messo, imperfetto e d'effetto.

Il punto è che, per quanto forte possa essere un rapporto, se si crea lontananza fisica, alla lunga, magari aggiungendoci pure lontananza comunicativa, il rapporto fa un po' come un herpes coperto di cremine e collosi dischetti trasparente. Apparentemente scompare, in realtà langue. Poi, di colpo, succede qualcosa, si è un po' meno immunizzati, un po' meno sul chi va là, ed eccolo tornare. E via di dischetti e cremine, torna a sprofondare nella profonda e inattendibile profondità epiteliale.
La lontananza è così.
ha un effetto ciclico sugli affetti.

Poi c'è anche gente che meno c'è più ti manca, e ogni giorno che passa la situazione peggiora, ma appena ricompare smette immediatamente di mancarti, anzi ti chiedi perché mai ti sia mancata. Appunto, come l'herpes.
Con la differenza che l'herpes non lo vorresti mai.
E fai benissimo a non volerlo.
Ma c'è.
E torna.

E per finire c'è gente che è sempre stata in lontananza, che hai creato a tua immagine e somiglianza perché tanto non c'era veramente, e quando si palesa nella sua vicinanza, anche lei diventa un herpes imprevisto, che si vorrebbe soffocare con un dischetto gigante, nemmeno troppo trasparente, ché poi si nota troppo la differenza con la proiezione e ci si rimane male.

Alla fin fine, comunque, c'è da dire che la lontananza fa capire delle cose.
Sbagliate.
Ma sempre cose.

2 commenti:

  1. O anche tutto falso, Modugno la pensa diversamente :D

    RispondiElimina