LE COSE CHE SCRIVO IN QUESTO BLOG SONO FRUTTO DELLA MIA FANTASIA (BACATA).
QUALSIASI RIFERIMENTO A PERSONE O FATTI REALMENTE ESISTENTI E' CAUSALE.

domenica 5 luglio 2009

Lezioni di educazione civica

Ieri é successa una cosa strana.

Insomma, strana non troppo, ma sono cose a cui io, cunese nel DNA, non sono mica abituata.


Sono entrati in hotel due ragazzi intorno ai 17-20 anni, e mi hanno chiesto una camera per 3-4 persone.
Ho detto che ce n'era solo una per tre, e che costava 95 €.
Loro mi hanno detto che la camera per tre sarebbe stata perfetta.

Sono usciti e hanno chiamato due compari.
Mi hanno detto con aria sorniona: "Tranquilla, siamo quattro, ma lui é un nostro amico di Cannes, dorme a casa sua".
"Certo, certo", ho risposto, "intanto pagate quattro tasse di soggiorno e tenete presente che c'é una poltrona: spendete, con le tasse, 24.55 € a testa, cosa che mi sembra possa andare".
E loro mi guardavano, e dicevano va beh, e io a spiegare che non sono l'unica che lavora qui dentro, e che per 0.80 centesimi di tasse é meglio far presente che si é quattro.

Educazione civica per tipi delle superiori, sono proprio irrimediabilmente deformata.

Loro hanno pagato, facendo un caos tremendo, quindi sono entrati tutti in stanza.

Io mi sono messa a sistemare le innumerevoli carte e scartoffie e i soldi.

Dopo dieci minuti, uno dei quattro é sceso e mi ha chiesto se potevo dare loro del sapone, perché non ce n'era. Non capita di rado che manchi il sapone nelle stanze. Di solito rispondo che non ho accesso all'area dove ci sono le saponette, ma stavolta ho deciso di sbattermi e, pur non avendo accesso all'area saponette, ho detto loro che avrei provveduto.
Ho deciso, infatti, di recuperare il sapone in un'altra stanza.

Per sicurezza, non so perché, dato che non lo faccio mai, oltre a chiudere a chiave l'hotel prima di salire, ho anche preso la mia borsa con il portafoglio.

Ho consegnato le saponette, e uno dei quattro ragazzi mi ha aperto e mi ha ringraziata, augurandomi buona continuazione ed eccellente serata.
Gentile.
Troppo gentile.

Sono scesa, ho aperto la porta, e ho subito controllato, non so perché, dato che non lo faccio mai, quanti soldi ci fossero nella cassa.
Mancavano 42 €.

Ho richiuso la porta, ho ripreso la mia borsa, ci ho infilato dentro i biglietti della cassa, sono risalita, ho bussato alla porta e ho detto ai ragazzi: "Datermi i 42 €, forza".
MMi sono appoggiata al muro con le braccia conserte, facendo guizzare i miei muscoli piatti da sogliola al vapore.
Loro sono caduti dal pero.
"Peccato", ho detto loro, "che siate gli unici in questo hotel oggi. Cascate davvero male. Io e voi eravamo gli unici qui dentro e ho appena avvertito il guardiano notturno, che abita qui dietro ed é un ex buttafuori a due ante."
Il finto buttafuori l'ho aggiunto non per sfiducia nei miei muscoli guizzanti da sogliola al vapore, ma per sicurezza.

Mi hanno ridato i soldi.
Io ho detto loro, con fare minaccioso e braccia sempre incrociate: "E' questo il ringraziamento per essere stata gentile con voi e avervi piazzati in quattro in una stanza da tre a poco prezzo, eh?".

Allora uno dei quattro mi ha allungato un euro.
Non si sa mai.
Un euro sarà parso loro il prezzo per la mia corruzione.

Chiusa la porta, ho sentito il proprietario della carta di credito disperato, che insultava il ladro, che gli chiedeva cosa cavolo gli fosse passato per la testa, che stava quasi per piangere, o, in alternativa, tirargli un cazzotto sui denti e iniziare una mega-rissa con conseguente distruzione di hotel degna dei migliori Rolling Stones ai tempi d'oro.

Quando sono scesi, tutti costumati per la spiaggia, ho detto loro: "E ricordate che ho nome, cognome, indirizzo e numero di carta di credito SUA", puntando minacciosamente il dito ossuto sul paciarotto possessore della carta.
Lui mi ha detto: "Ma io non sapevo, non volevo, é uno dei miei amici, non so che gli ha preso, noi non lo sapevamo, ma adesso lo drizziamo".
Io ho risposto: "Le amicizie, la prossima volta, sceglitele meglio".

Poi sono andata a farmi una Coca-cola light con l'euro guadagnato.

2 commenti:

  1. Ben fatto, sei stata anche troppo buona :-)

    RispondiElimina
  2. Già, sono sempre trooooppo buona!!

    RispondiElimina